Pesce di Mazara
#gusto

I Prodotti del Mare e della Terra, frutto di lavoro e dedizione

La Sicilia, lo sappiamo, è un contenitore di sapori straordinario. Molti oggi la definiscono un Continente Gastronomico per la grande varietà di prodotti e materie prime che qui trovano il loro habitat naturale.

 

In questo Continente Gastronomico Mazara del Vallo fa la sua parte, e dobbiamo dire che la fa anche molto bene. Qui trovano modo di esprimersi prodotti del mare e della terra, in un connubio perfetto di sapori e di esperienze gustative.

 

Ai molti Mazara del Vallo è noto per il suo porto peschereccio e per la sua flotta, un tempo la più grande del mediterraneo ed oggi ridotta a circa un centinaio di pescherecci, che malgrado i malumori nel settore continua ad essere una delle economie trainanti della città.

 

Qui la pesca è portata avanti dalle piccole imbarcazioni e dai grandi pescherecci.

 

I primi salpano il porto per pochi giorni alla settimana per portare la stragrande maggioranza del pesce fresco che ogni giorno arriva sulle banchine del porto ed animano la marina, tra il vociare dei venditori e il chiacchiericcio dei marinai. Triglie, saraghi, sarde, sgombri, scorfani, gallinelle, calamari, gamberetti e tanto altro ancora. Pesce da zuppa che le massaie comprano direttamente nei banchi del mercato per fare il cous cous, piuttosto che i pesce da fare alla griglia, soprattutto nelle calde sere d’estate, quando tra amici o in famiglia si ci riunisce davanti ad una bella tavola imbandita.

 

I pescherecci di altura, invece, solcano i mari del Mediterraneo e del Canale di Sicilia, trascorrendo molto più tempo fuori dal porto di Mazara del Vallo e dedicandosi per lo più alla pesca di altura, anch’essa rivolta a diverse varietà di pesce ma sopratutto ad un prodotto particolarmente buono e apprezzato, il Gambero Rosso di Mazara del Vallo.

 

Noto per le sue qualità gustative e organolettiche, quella del Gambero Rosso di Mazara rappresenta il primo vero esempio di pesca industriale del Paese. I pescherecci calano le reti in mare e, tramite la pesca a strascico, raccolgono il gambero, che subito dopo viene selezionato per misura e congelato direttamente a bordo, mantenendone così tutte le qualità gustative e operando al tempo stesso l’abbattitura del prodotto, che quindi una volta scongelato potrà essere mangiato anche crudo.

 

Mazara del Vallo, però, non è solo pesce. Qui trovano ampio spazio anche i prodotti della terra, viti e ulivi in primo luogo. Mazara del Vallo è infatti una delle città più vitate della Sicilia, e insieme con le altre città della provincia, senza dubbio il territorio più vitato d’Italia. Vengono coltivate per lo più cultivar tipiche siciliane quali insolia, catarratto e zibibbo. Cultivar con le quali molte aziende del territorio riescono ad ottenere vini di ottima qualità. A Mazara del Vallo, infatti, sono presenti diverse cantine, molte delle quali proiettate anche a livello internazionale.

 

Gli ulivi, insieme con le viti, rappresentano un’altra importante fetta dei prodotti coltivati a Mazara del Vallo. Le varietà più diffuse sono la Nocellara del Belice e la Biancolilla. Gli oleifici presenti a Mazara del Vallo producono per lo più un prodotto che viene destinato alla gente del luogo, ma negli ulti anni diverse sono state le aziende che hanno cominciato ad imbottigliare Olio Extra Vergine di Oliva di grandissima qualità destinato ai mercati esteri e all’alta ristorazione.

 

Che dire! Se la Sicilia è un Continente Gastronomico, Mazara del Vallo è una piccola città all’interno di questo continente che senza dubbio non sfigura, riuscendo ad offrire prodotti di indiscussa qualità e bontà che allietano gli abitanti del luogo oltre che i migliaia di turisti che ogni anno decidono di trascorrere qui le loro vacanze e le loro esperienze all’insegna del buon gusto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *