cucina tipica mazara
#gusto

Un Viaggio nel Gusto fatto di Tradizioni Uniche

Uno dei modi più piacevoli per conoscere un paese è gustare qualche specialità della sua cucina. Se ciò è valido in generale, lo è a maggior ragione quando si parla della Sicilia: terra di contrasti e colori, presenta un ricettario fra i più ricchi d’Italia, frutto di una storia intensa e di un passato che affonda le sue radici in epoche remote.

 

Parlare di cucina a Mazara del Vallo è iniziare un variegato e fantasioso viaggio del gusto che si sposa perfettamente con l’esperienza straordinaria di arte e di cultura che offre la Città. Cucina ricca di prodotti fragranti, sapori che stanno, così come la posizione geografica dell’isola, in un delizioso equilibrio fra terra e mare.

 

Come tutte le cucine povere è ricorrente l’abitudine del piatto unico: pasta con le sarde, beccafico di sarde e paste con ortaggi e legumi. Particolari le preparazioni del pesce spada alla griglia o alla zuppa, del maestoso gambero rosso, principe indiscusso dei piatti più prelibati, del pesce San Pietro con le cui uova si preparano le busiate (pasta fresca lavorata a mano con l’ausilio delle “buse”, impastata con farina di grano duro e acqua), “li maccarruna busiate” conditi con aglio, prezzemolo, uva passa, pinoli, olio, sale e peperoncino. Un piatto indimenticabile negli odori e nel sapore è il Cous Cous, versione siciliana del Cous Cous di origine magrebina, realizzato appunto con la zuppa di pesce. Prodotti che accompagnano sempre la tipica tavola della zona sono: il formaggio pecorino, a pasta dura con grani di pepe, la ricotta fresca e la tuma di produzione locale.

 

Attenzione particolare merita la pasticceria che fa parte delle abitudini quotidiane, il cui profumo è nell’aria come quello delle piante odorose che si incontrano lungo il viaggio: cassata siciliana, cannoli di ricotta, mandorlata, sfincie, ravioli di ricotta, cubaida di giurgiulena e mandorle (dolce fatto di miele, mandorle e semi di sesamo), frutta martorana (dolce costituito da marzapane colorato con colori vegetali dalla forma di frutta) e “cassateddi” (dolci natalizi ripieni di fichi secchi).

 

Mazara del Vallo ha inoltre il territorio più vitato della provincia di Trapani coltivato con uve da vino bianco e nero, tra le quali spiccano Catarratto, Grillo, Inzolia e Nero d’Avola, di grande qualità e a denominazione di origine controllata. Rilevante è, altresi, la produzione di olio extravergine d’oliva DOP. Per le varietà, la scelta degli olivicoltori ricade sugli ecotipi locali quali Nocellara del Belice, Giarraffa, Biancolilla.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *